La Grande Storiella di Fiori di mandorlo

Io e Claudia ci siamo conosciute a Parigi e abbiamo subito capito che qualcosa di grande, di molto grande ci accomunasse: una grandestoriella. Con lei, do inizio ad una serie di interviste a tutti quei giovani che hanno una grandestoriella da raccontare. E la sua incomincia in un modo sorprendente, perché l’origine di tutto èContinua a leggere “La Grande Storiella di Fiori di mandorlo”

Oriana e Pasolini

Oggi non parlerei molto di Oriana Fallaci, lei non me ne vorrà, perché sa perfettamente che oggi si può solo parlare di lui, del suo amico. Diventammo subito amici, noi amici impossibili. Cioè io donna normale e tu uomo anormale, almeno secondo i canoni ipocriti della cosiddetta civiltà, io innamorata della vita e tu innamoratoContinua a leggere “Oriana e Pasolini”

Monologo di una ragazza stufa

Ecco io mi sento di dire che l’amore di questi anni sia molto, molto difficile. Innanzitutto perché non si sa bene cosa si vuole, non avendo avuto il tempo di imparare a conoscersi, non si sa neanche come presentarsi all’altro. Ci attacchiamo delle identità che troviamo carine, ci influenziamo a vicenda non capendo che quelloContinua a leggere “Monologo di una ragazza stufa”

Il muro sei io

Il muro sei io. Come spiegare quando non riesco a capire, perché parlare quando non lo si può comunicare. Lo percepisco ma come tradurlo a parole, in un mondo di lettere ma senza ragione. La chiamano solitudine, io la definisco forza, la definiscono debolezza, io la chiamo indipendenza. Come credere, se non hai mai amatoContinua a leggere “Il muro sei io”

Lettera a Oriana

Una presentazione veloce, le solite due righe biografiche sulla Fallaci, una citazione su Panagulis per dare un po’ di rosa all’articolo, rigorosamente in grassetto i titoli Lettera a un bambino mai nato e La rabbia e l’orgoglio e per concludere magari un bell’aforisma. Sarebbe perfetto, ci saremmo tolti il pensiero: “Anche quest’anniversario è andato, nessunoContinua a leggere “Lettera a Oriana”